Fisiokinesiterapia

Miglioriamo la qualità della tua vita

Informazioni

Questa terapia si basa sul movimento, e consente di prevenire disturbi muscolo-scheletrici, ma è anche un importante ramo della riabilitazione post traumatica o post operatoria.

Chiama 0873 549816 | Email info@centrotfm.it

Servizi della Fisiochinesiterapia

Questo laser viene utilizzato in riabilitazione come terapia fisica per il trattamento delle cicatrici.

La diatermia è una pratica che ha delle proprietà curative per mezzo di un aumento della temperatura di alcune zone del corpo non superficiali. Il calore è indotto dal passaggio di corrente elettrica, per effetto Joule oppure con l’applicazione diultrasuoni.[1] Il termine deriva dalle parole greche caldo e profondo.[2]. Parte della comunità scientifica tende ad essere scettica sui benefici di questa tecnica; la pratica ambulatoriale, invece, ne avvalora spesso l’utilizzo.

La terapia capacitiva resistiva è una nuova forma di terapia che riattiva i naturali processi riparativi e antinfiammatori senza proiezione di energia radiante dall’esterno.

La veicolazione transdermica rappresenta oggi la più innovativa tecnica per trasportare all’interno dei tessuti sostanze ionizzabili, tipo fans, prodotti fitoterapici etc. Rispetto ai precursori di questa terapia, che sono la ionoforesi e al iontoforesi, la veicolazione transdemica presenta maggiori vantaggi, in quanto più sicura e con qualità di efficacia notevolmente superiori.

La magnetoterapia (o elettromagnetoterapia) è un genere di terapia alternativa che utilizza campi magnetici di vario genere. Coloro che attuano questa pratica affermano che sottoporre determinate parti del corpo ai campi magnetici prodotti da magneti produrrebbe effetti benefici sulla salute.

I raggi infrarossi, come è noto, sono onde elettromagnetiche a bassa frequenza in grado di trasmettere calore Il calore che questi raggi trasmettono vieneassorbito facilmente dal corpo, poiché penetra solo la superficie della cute e dei tessuti, e provoca una benefica vasodilatazione oltre che degli stimoli anche a un livello nervoso e muscolare.

L’ultrasuono è una terapia che utilizza le onde acustiche ad alta frequenza.Vengono usati in fisioterapia per l’effetto antinfiammatorio e per sciogliere le aderenze.

L’elettrostimolazione, attivando il muscolo mediante la stimolazione delle placche neuromotorie, recupera in tempi rapidi il tono muscolare consentendo un ritorno alle attività contro resistenza con le quali il muscolo può recuperare trofismo. Inoltre la contrazione muscolare, spremendo il sangue venoso verso il cuore, drena liquidi che, in assenza di attività, “ristagnano” alimentando ulteriormente la sofferenza dei tessuti colpiti dal trauma.

Le correnti antalgiche si basano sull’applicazione, tramite gli elettrodi, di correnti che emanano impulsi alle fibre nervose sotto la pelle. Sono capaci di diminuire la sensibilità dolorifica. Tramite l’eliminazione delle sostanze alogene dalla zona in cui è localizzato il dolore.

Per ionoforesi o iontoforesi (iòno-phòresis = trasporto di ioni) si intende l’introduzione di un farmaco nell’organismo attraverso l’epidermide (somministrazione per via transcutanea), utilizzando una corrente continua (corrente galvanica), prodotta da un apposito generatore. Sostanzialmente si potrebbe definire un’iniezione”senza ago”. I vantaggi della somministrazione di farmaci con questa modalità sono essenzialmente:
• Evitare la somministrazione per via sistemica (orale, intramuscolare, endovenosa);
• Applicare il farmaco direttamente nella sede corporea interessata dalla patologia;
• Permettere l’introduzione del solo principio attivo, senza veicolanti (eccipienti);
• Permettere agli ioni di legarsi a determinate proteine protoplasmatiche;
• Iperpolarizzare le terminazioni nervose.

Il massaggio riabilitativo agisce su tutte quelle disfunzioni che causano dolore, deficit motorio e/o funzionale e rispetto alla prevenzione di nuovi disturbi.
Attraverso un’azione diretta sull’apparato neuro-muscolo-scheletrico, ristabilisce la normale mobilità e lunghezza delle strutture lese, compromesse non solo da affezioni traumatiche ma anche da quelle croniche e degenerative.
Il suo uso nella pratica clinica risulta un importante mezzo di completamento dopo un intervento neurologico od ortopedico, favorendo la normalizzazione e il recupero funzionale delle strutture.

La ginnastica correttiva ha lo scopo di limitare l’evoluzione dei difetti posturali in cui sono evidenti delle alterazioni strutturali, e correggere degli squilibri muscolari e legamentosi che hanno provocato un’alterazione nella forma e nella funzione di alcune parti del corpo (la schiena, le spalle, ect.).

  • riduzione del dolore e dell’infiammazione: gli obiettivi di questo step sono la riduzione della sintomatologia dolorosa e del quadro infiammatorio instauratosi, nonchè la riduzione del gonfiore, attraverso l’utilizzo di sofisticate strategie riabilitative;
  • recupero dell’articolarità e della flessibilità: l’obiettivo è quello di raggiungere il completo range di movimento di un’articolazione o il ripristino di un movimento specifico in assenza di dolore;
  • recupero della forza e della resistenza muscolare: l’obiettivo del terzo step è il ripristino della forza muscolare e il recupero della resistenza;
  • recupero della coordinazione: l’obiettivo di questa fase è il recupero della corretta coordinazione dei movimenti;
  • recupero della gestualità: l’obiettivo di questa fase è, per la persona comune, il recupero della normale gestualità della vita attiva. Per l’atleta, invece, essa è finalizzata al recupero del gesto tecnico sportivo che dovrà essere eseguito con precisione.

La rieducazione propriocettiva è una riprogrammazione neuromotoria ottenuta attraverso specifiche stimolazioni dell’intero sistema neuro-motorio.

Consiste nell’esecuzione di esercizi di contrazione e rilassamento dei muscoli del pavimento pelvico, al fine di facilitare la presa di coscienza e di rinforzare il sistema di sostegno degli organi pelvici.

Richiedi informazioni

Capo del dipartimento e Staff

Un team efficace che lavora per migliorare la tua salute

Tommaso Di Casoli